Dalla mostra a una #cameraconvista. Le foto di Emanuela Reggiani per Una Mano Per

In punta di piedi questo il titolo scelto per la mostra nata e voluta per celebrare la fotografa Emanuela Reggiani scomparsa cinque anni fa e che nel 2018 avrebbe compiuto 40 anni. Un’esposizione di ottanta scatti che non solo si è tenuta all’interno della Sala Pagano della città di Voghera, ma che ha visto prolungarsi per le strade del centro storico all’interno dei negozi che hanno voluto partecipare a questo speciale momento.

A voler ricordare per prime la bravura di Emanuela sono state le sue amiche storiche: Alessia Cacocciola, Rosella Tambornini e Chiara Mussini. Nessun tema in particolare, l’unico filo conduttore la discrezione.  Titolo da cui nasce l’esposizione, conclusasi ormai il 10 giugno scorso, ma che ha visto oltre 1000 visitatori in due settimane. Il risultato un successo seguito dalla forte richiesta del catalogo e una raccolta fondi. Raccolta che è andata a beneficio della nostra associazione, un grande aiuto che ci permette di continuare a crescere.

Acquario Genova

Una foto di Emanuela Reggiani scattata all’acquario di Genova

 

Per questo vogliamo ricordare questa iniziativa considerata dalle ideatrici come solo l’inizio di un percorso che sarà sempre più in salita a partire dall’iniziativa #cameraconvista, un modo per continuare a parlare di Emanuela come ci raccontano Alessia, Rosella e Chiara, sui social.

 

 

Come nasce il titolo della mostra?

Come abbiamo spesso sottolineato In punta di piedi intende rendere omaggio allo stile delicato, discreto e mai sopra le righe di questa giovane fotografa, alla leggerezza con cui affrontava la vita e incontrava gli altri.
Avete deciso di non fermarvi qui: sui social la mostra continua. Come nasce il progetto #cameraconvista?

La mostra si è conclusa il 10 giugno, compleanno di Emanuela, ma ha lasciato dietro di sé ancora un’intensa scia di entusiasmo. Ci siamo dette «perché non prolungare questo clima di festa partendo da dove ci siamo lasciati? Le foto di Manu dove dimorano ora? Da dove ci stanno a guardare?» Ecco come è nata #cameraconvista, una forma nuova di condivisione per continuare a parlare di Emanuela e del suo talento!
Nel ringraziarvi per averci donato il ricavato, perché avete pensato proprio a noi?

Sia per la profonda amicizia che ci lega ad alcuni dei fondatori dell’Associazione, Cinzia, Andrea, Beatrice e Sofia, molto cari anche alla fotografa, sia perché ci piaceva l’idea di lasciare a Voghera un segno che non si esaurisse con la mostra, ma si trasformasse in impegno sincero e solidale.

Un ritratto di Emanuela Reggiani. Foto di Federica Vitali

Un ritratto di Emanuela Reggiani. Foto di Federica Vitali

Una foto di Emanuela Reggiani scattata a Carloforte

Una foto di Emanuela Reggiani scattata a Carloforte

Una foto di Emanuela Reggiani

Una foto di Emanuela Reggiani

Share Button